OPEN CALL: XXIV CSAV–Artists Research Laboratory with Christina Mackie

04 Gennaio 2018

Open Call for Young Artists
XXIV CSAV–Artists Research Laboratory


Artista Invitata
Christina Mackie

Date: 2-25 luglio 2018
Deadline: 18 febbraio 2018
Per fare domanda application form

HOW TO BEGIN
“Parlando dell'essere e del divenire e del divario tra i due, del processo di ridurre le possibilità fino a che, iniziando con una parola, un pensiero o un’azione, si possa colmare lo spazio che intercorre tra intenzione e attuazione. 
L’inizio è differente da tutto ciò che viene dopo, è la condizione iniziale e un passo verso l’ignoto.
Con la vostra azione determinate la condizione iniziale. Il primo passo costituisce il presupposto per il risultato. Prima di piantare un chiodo bisogna posizionarlo correttamente. Attraverso sia ripetizione che espansione o affinamento le situazioni si riaprono e il lavoro si costruisce attorno ad un'idea centrale.” CM

"How to begin?" Il seminario prenderà in considerazione questa domanda attraverso una serie di interrogativi correlati:

Come possiamo negoziare fra individualità e scambio con gli altri nel breve contesto di un seminario e all'interno di quello più ampio di una pratica artistica? Che cosa è in gioco in un inizio, se rifiutiamo di relegare le cose a uno stato di passiva inattività e invece scegliamo di riconoscere a loro e a tutti i processi non umani la capacità di agire?
 In che termini possiamo discutere il rapporto tra la prima intuizione di un rapporto, che deve inevitabilmente situarsi fuori di noi, e il nostro futuro coinvolgimento? Come negoziare la tensione tra il voler fare qualcosa e il non voler essere dentro questo qualcosa? Queste domande forniranno un punto di partenza durante i seminari e il lavoro in studio, e saranno anche affrontate attraverso "Aperto", una mostra delle durata di un giorno intesa come momento pubblico di riflessione collettiva sui processi, le ricerche e le discussioni che impegneranno i singoli partecipanti durante l’esplorazione dei temi di "How do We Begin?".

Le stesse domande saranno affrontate tramite una pubblicazione da realizzarsi in collaborazione con tutti i partecipanti durante il XXIV workshop e che verrà pubblicata subito dopo la sua chiusura.

CSAV- Artists Research Laboratory è una piattaforma sperimentale pensata per provocare discussioni e scambi formali e informali tra artisti di diverse generazioni e nazionalità. Mira a esplorare diverse forme di creazione artistica attraverso metodi di insegnamento non istituzionali. Tra i quindici e i venti giovani artisti di tutte le nazionalità saranno selezionati a partecipare al programma. Questi prenderanno parte a workshop e seminari quotidiani tenuti dall’artista invitato a condurre l’esperienza e da alcuni docenti ospiti.
La domanda di partecipazione e il laboratorio sono gratuiti.

Il lavoro di Christina Mackie prende forma da un interesse per materiali e processi, e per come questi si relazionano a eventi sociali e naturali. Le sue ricerche hanno spaziato dall’indagine delle strutture di potere, umane e non umane, alla biologia, alla genetica, al formalismo, alla chimica. Mackie è nota per le sue sculture e installazioni che spesso si basano su assemblaggi di materiali disparati per ottenere una sintesi temporanea di ciò che appare essere un processo incessante. 

Christina Mackie è nata nel 1956 in Inghilterra ed è cresciuta in Canada prima di trasferirsi a Londra negli anni '70. Tra le recenti mostre personali ricordiamo: Tate Britain, Londra (2015), Praxes, Berlino (2015), The Renaissance Society, Chicago (2014), Kunsthal Charlottenborg, Copenaghen (2012) e Chisenhale Gallery, Londra (2012).


Il programma è diretto da Annie Ratti con Lorenzo Benedetti e Gregorio Magnani.

Per sapere di più del programma CSAV-Artists Research Laboratory clicca qui

Open Call for Young Artists
XXIV CSAV–Artists Research Laboratory


Invited Artist
Christina Mackie

Workshop dates: 2 – 25 July 2018
Application deadline: February 18th, 2018
To apply visit application form page

HOW TO BEGIN
“Talking about being and becoming and the gap in-between. The process of reducing possibilities until, starting with a word or thought or action, one can begin to bridge the gap between intention and actualization.
The beginning is different to everything that comes after. It’s the initial condition and a step into the unknown. By your action, you set the initial condition. The first step forms the condition for the outcome. Before a nail is hammered in it needs to be positioned correctly.
Through repetition or expansion or refinement things open up again and the work builds up around a core idea.” CM
 
The seminar will consider “how do we begin?” through a number of related questions:
How do we negotiate individuality and exchange in the brief context of a seminar and within the larger one of an artistic practice? What’s at stake in a beginning if we refuse to relegate things to a state of passive inactivity and instead choose to recognize agency to them and to all non-human processes? How can we discuss the relationship between the first glimpse of an engagement, which must unavoidably come from outside us, and our future entanglement with it? How do we negotiate the tension between wanting to make something and not wanting to be in it? These questions will provide the starting point for seminars and studio work. They will also be addressed through “Aperto”, a one day exhibition intended as a public moment of collective reflection on the processes, researches and discussions in which the individual participants will have engaged while exploring the themes of How do We Begin?
The same questions will be addressed through a publication to be created in collaboration with all the participants during the XXIV Laboratory and to be released soon after its closing.
 
CSAV-Artists Research Laboratory
 is an experimental platform designed to provoke formal and informal discussions and exchanges among artists of different generations and nationalities. It aims to explore different forms of art-making through un-institutional teaching methods. Between fifteen and twenty young artists from all nationalities will be selected. The participants will attend daily workshops and seminars run by the invited artist and guest lecturers. The application and the laboratory are free of charge.
 
Christina Mackie’s work is informed by an interest in materials and process both as they relate to social formations and to natural occurrences. Her investigations have ranged from human and non human power structures, to biology, to gene theory, formalism and chemistry. She is best known for her sculptures and installations which often rely on assemblages of disparate materials to achieve a temporary synthesis through what appears as a continuing process.
Christina Mackie was born in 1956 in England and raised in Canada before relocating to London in the 1970s. Recent solo exhibitions include Tate Britain, London (2015), Praxes, Berlin (2015), The Renaissance Society, Chicago (2014), Kunsthal Charlottenborg, Copenhagen (2012), and Chisenhale Gallery, London (2012).
 
The program is directed by Annie Ratti with Lorenzo Benedetti and Gregorio Magnani.

To know more about CSAV-Artists Research Laboratory click here