Rewind 001

02 Luglio 2020

REWIND

Il periodo di chiusura temporanea è stato per la Fondazione Antonio Ratti l’occasione per rendere attivo il proprio archivio.
Nel corso dei suoi trentacinque anni di attività, la FAR ha promosso numerosi incontri, conferenze, workshop, seminari e pubblicazioni, invitando alla riflessione esperti di ambiti diversi, dall’arte contemporanea alla storia del tessuto, dall’antropologia alla letteratura fino alla cultura d’impresa. Il progetto Rewind ha come scopo la diffusione e la condivisione di questa straordinaria risorsa. Il materiale selezionato, presentato con cadenza bisettimanale, spazia fra periodi e discipline diverse, offrendo una nuova prospettiva su tematiche e idee ancora attuali.
 
Guardare indietro, ri-ascoltare, re-imparare diventano così strategie per andare avanti e l’archivio si attiva come strumento fondamentale per immaginarsi nel futuro.

REWIND 001
Alanna Heiss, PS1 e oltre
17.12.2010, Archivio Fondazione Antonio Ratti

Ascolta la conferenza su Soundcloud
Scarica il testo tradotto in italiano in formato PDF a questo link

In questa conferenza, Alanna Heiss traccia l’evoluzione di una scena culturale e artistica di cui è stata e continua ad essere attiva protagonista. Nella New York degli anni Settanta, il rifiuto per il museo porta Heiss a una ricerca costante di spazi alternativi, in cui si delineano nuove soluzioni. Fin dai primi progetti nomadici, infatti, la stretta collaborazione con alcuni degli artisti più significativi della sua generazione va di pari passo con la ridefinizione del rapporto fra ricerca curatoriale, ricerca artistica e tessuto urbano. È a partire da queste esperienze che Heiss è arrivata a fondare istituzioni come Clocktower o PS1, ancora oggi punti di riferimento della scena artistica internazionale. La conferenza è parte del ciclo La Kunsthalle più bella del mondo.

Alanna Heiss
(1943, Louisville) è fondatrice ed ex direttrice di PS1 e attuale direttrice di AIR - Art International Radio, da lei fondata nel 2004. Nel 1971 ha dato vita al The Institute for Art and Urban Resources, dedicato alla creazione di installazioni in edifici inutilizzati di New York. I suoi progetti hanno coinvolto le figure di riferimento di quella generazione: Richard Serra, Walter De Maria, Richard Nonas, Gordon Matta Clark, Jene Highstein, Sol Lewitt, Hannah Wilke, Philip Glass, Jeffrey Lew, Yvonne Rainer. In seguito a una serie di mostre e progetti come Underneath the Brooklyn Bridge (1971) o Idea Warehouse (1975), l’attività si concretizza in spazi permanenti come la Clocktower (1972) e il famoso PS1, inaugurato nel 1976 con la collettiva Rooms.
Alanna Heiss ha curato e organizzato più di 700 mostre, per la maggior parte tenutesi presso PS1. Era fra i curatori della Biennale di Parigi del 1985 e ha curato il padiglione americano alla Biennale di Venezia del 1986.







REWIND

The temporary closure becomes an opportunity for the Foundation to reactivate its archive. Over the past 35 years FAR has presented numerous conferences, workshops, seminars and publications inviting thinkers from different fields: contemporary art, textile history, anthropology, literature and more. Our Rewind project aims to spread and share this amazing resource.

The selected materials, presented on a biweekly basis, range across different times and disciplines, offering a new perspective on themes and ideas that are still relevant today.
 
Looking back, re-hearing, re-learning become strategies to move forward and the archive is activated as a fundamental tool to imagine ourselves in the future.


REWIND 001
Alanna Heiss, PS1 and Beyond

17.12.2010, Archive Fondazione Antonio Ratti

Listen on Soundcloud


In this lecture Alanna Heiss traces the evolution of a cultural and artistic scene she has lived and still lives as an active protagonist. In 1970s New York, the rejection of the museum led Heiss to a constant search for alternative spaces, where new solutions could emerge. From the very first nomadic projects, in fact, the close collaboration with some of the most significant artists of her generation goes along with the redefinition of the relationship between curatorial research, artistic research and urban structure. It is after these experiences that Heiss came to found institutions such as Clocktower or PS1, which are still today landmarks on the international art scene. The lecture is part of the project The most beautiful Kunsthalle in the world.

Alanna Heiss (1943, Louisville) is the founder and former Director of PS1 Contemporary Art and the current Director of AIR – Art International Radio, which she founded in 2004. In 1971, she started The Institute for Art and Urban Resources, devoted to creating installations in otherwise unused or overlooked spaces in New York. Her projects involved the most important artistic figures of her generation, such as Richard Serra, Walter De Maria, Richard Nonas, Gordon Matta Clark, Jene Highstein, Sol Lewitt, Hannah Wilke, Philip Glass, Jeffrey Lew, Yvonne Rainer. After a series of temporary projects and exhibitions like Underneath the Brooklyn Bridge (1971) or Idea Warehouse (1975), she founded permanent institutions, among which are Clocktower (1972) and the famous PS1, opened in 1976 with the collective exhibition Rooms. Alanna Heiss has curated and organized over 700 exhibitions mainly at PS1. She was Commissioner of the 1985 Paris Biennial and of the 1986 American Pavilion at the Venice Biennale.